Alessi

azienda produttrice di casalinghi (1921)

L'azienda Alessi è stata fondata da Giovanni Alessi nel 1921 a Omegna, paese sul lago d'Orta nelle prealpi novaresi. Giovanni era un abile tornitore di metalli, ultimo di una lunga generazione di artigiani della vicina Valle Strona.

Durante gli anni venti e trenta nella sua officina si creavano artigianalmente oggetti per la tavola e la casa realizzati con grandissima cura esecutiva in rame, ottone e alpacca che venivano poi nichelati, cromati e argentati.

Molti tra gli innumerevoli oggetti prodotti in questo primo periodo (come il servizio da tè e da caffè in alpacca argentata del 1921, il reggifiasco in ottone nichelato del 1926 o il vassoio per formaggi in alpacca lucida e vetro opalino del 1929) sono entrati a far parte della memoria collettiva e del passato di generazioni di italiani.

Il design (nel significato che si dà oggi a questo termine) fa la sua comparsa alla fine degli anni trenta con il primogenito di Giovanni, Carlo. Carlo si era formato come disegnatore industriale a Novara. A lui si devono la maggior parte degli oggetti entrati in catalogo tra la metà di quel decennio e il 1945, anno di presentazione del suo ultimo progetto: la serie da tè e caffè 'Bombé', uno degli archetipi della prima epoca del design italiano.

Con gli anni cinquanta diventa direttore generale, e insieme al fratello Ettore comincia ad aprire l'azienda alla collaborazione con designer esterni, tra cui Luigi Massoni, Carlo Mazzeri e Anselmo Vitale, autori di alcuni progetti di grande successo ancora in catalogo (come il cocktail shaker n° 870 del 1957).

Una delle caratteristiche peculiari della Alessi oggi è la capacità di conciliare le esigenze (operative e oggettive) tipiche di una industria con la tendenza (intellettuale e spirituale) a considerarsi più un "laboratorio di ricerca nel campo delle arti applicate" che non una industria in senso canonico.
Da qui deriva la sua instancabile attività di ricerca e sperimentazione, che la ha portata negli ultimi anni ad aprirsi anche ai nuovi materiali e a nuove tecnologie: legno, porcellana e ceramica, plastica, vetro e cristallo, elettricità e elettronica.

La Alessi ha prodotto nella sua storia oggetti disegnati da oltre duecento progettisti. Tra i progettisti storici dell'azienda: Ettore Sottsass, Richard Sapper, Achille Castiglioni, Aldo Rossi, Michael Graves, Massimo Morozzi, Philippe Starck, Stefano Giovannoni e Guido Venturini, Enzo Mari ... e Alessandro Mendini, che dal 1979 svolge anche il ruolo di consulente per il design.

Dal 2006 la produzione è stata suddivisa in tre marchi: Officina Alessi, Alessi e A di Alessi. Quest'ultimo destinato ad accogliere i prodotti più accessibili in modo da raggiungere un pubblico più vasto, sempre mantenendo la qualità progettuale della "Fabbrica dei sogni", mentre in Officina Alessi sono raccolti i prodotti più raffinati, sperimentali e innovativi, le piccole serie di produzione e le serie limitate, selezionati per i migliori negozi di articoli per la casa e per regalo.