Argomenti affini:

20th-Century Fashion

100 Years of Apparel Ads

Il libro 20th-Century Fashion, edito da Taschen (in versione inglese) si occupa della Moda (Fashion) e della sua evoluzione durante il XX secolo, del passaggio da business esclusivo, riservato alla ricca élite dei salotti parigini, all'industra mondiale con milioni di addetti dei vari settori produttivi e commerciali.
Le nuove tendenze stagionali sono spesso distribuite nei negozi prima che l'ultimo modello abbia finito di sfilare in passerella. 

Gli abiti femminili che hanno caratterizzato un'epoca sono cambiati nel tempo evolvendosi in un percorso che li ha modificati profondamente. Le crinoline di House of Worth hanno lasciato il passo agli abiti da sera Vionnet, allo stile Dior e al Chelsea Look della Quant, al tailleur pantalone bianco di Halston, fino ai jeans a vita bassa di Frankie B.

Nella moda maschile, molto prima che entrassero in scena camicie hawaiane, cravatte strette o pantaloni baggy, il "completo pronto" (ready-made) segna la scomparsa dell'abito sartoriale fatto a mano su misura.

Il libro "20th-Century Fashion" offre una retrospettiva dello stile degli ultimi cento anni attraverso 400 immagini di pubblicità della moda provenienti dalla collezione Jim Heimann.

Utilizzando le immagini pubblicitarie raccolte nell'arco di un secolo, il libro documenta l'evoluzione della moda così com'è stata recepita dalla cultura di massa, decennio dopo decennio.

Dopo un'approfondita introduzione, ogni capitolo comprende un testo e le immagini suddivise nella cronologia che racconta le vicende dei creatori dello stile e delle tendenze dell'ultimo secolo.