Designer

Doug Peterson

yacht designer (1945 - 2017)

Doug Peterson (Douglas Blair Peterson) è un designer americano di yact a vela.
Il progetto che lo ha reso famoso è Ganbare, un One Tonner progettato nel 1973 e come molti altri progetti di Peterson ha aperto la strada a molte innovazioni nella progettazione delle barche a vela da regata e da crociera.

A metà degli anni '70, i progetti di Peterson dominavano i campi di regata con una serie di barche IOR vincenti.

Peterson 44, disegnato per Jack Kelly Yachts, ha debuttato nel 1976. Questa barca è stata un pioniere nel design di yacht da crociera di prestazioni e si possono ancora vedere molti degli oltre 200 porti costruiti in tutto il mondo.

Il progetto fu seguito da Kelly Peterson 46 di cui 30 costruiti, lo scafo numero 30, l'ultimo costruito, circumnaviga attualmente il globo. Anche il Liberty 458 e il Delta 46 erano basati su questo design.

Il Formosa 46, o "cheaterson", è una copia ingrandita del Kelly Peterson 44, ed è indicato come un cheaterson dalla comunità di yachting perché Doug Peterson non ha ricevuto alcun diritto d'autore per il design.

All'inizio degli anni '80 Hans Christian Yachts gli commissiona la progettazione dei modelli Christina 48 e 52.

Più tardi, Peterson entra nel circo dell'America's Cup come membro di design principale dei team di design vincenti: nel 1992 del team NZL 32 Black Magic in Nuova Zelanda e nel 2000 con Prada Challenge, la barca vincitrice della Louis Vuitton Cup.

Doug Peterson è inserito nella Hall of Fame dell'America's Cup come uno dei progettisti del rivoluzionario Black Magic di Team New Zealand, 

Peterson, due volte vincitore dell'America's Cup, è stato un membro dei team di progettazione per America3 (vincitore nel 1992), Team New Zealand (vincitore nel 1995) e Prada Challenge (2000 e 2003).

Doug Peterson ha firmato progetti per Jongert, Baltic Yachts, Grand Soleil, Solaris e insieme a J&J per la Bavaria.

Peterson muore il 26 giugno 2017 a 71 anni a San Diego, in California.