William Morris

designer, artista e scrittore (1834 - 1896)

William Morris è nato nel marzo 1834 a Elm House, Walthamstow, nei dintorni di Londra in una famiglia benestante.

William Morris, suo malgrado, può essere considerato il padre del Disegno Industriale (Industrial Design). Sebbene fortemente ostile al lavoro in serie, fu tra i primi a disegnare motivi decorativi per artigiani e professionisti. Tra i lavori più noti, la decorazione della Oxford Union Library tramite pannelli, tappezzerie ed affreschi a soggetto medievaleggiante.

L'infanzia di Morris è stata felice. Dalla tenera età, come molti giovani signori del tempo, nutre una grande passione per tutto ciò che è medievale dedicandosi alle letture del genere sin da piccolo. Ricevuti in dono dal padre un pony e un'armatura in miniatura, nel personaggio di un piccolo cavaliere errante, parte per lunghe ricerche nelle profondità della foresta di Epping.

Bambino solitario, vicino solo a sua sorella Emma, nutre dall'infanzia un attaccamento romantico ai boschi e ai giardini, ai fiori e agli uccelli che insieme al suo interesse per il mediaevalismo, ricorrono spesso in seguito nella sua arte e nella sua poetica per il resto della sua vita.

Frequenta il Marlborough College e l'Università di Oxford, dove conosce il pensiero di John Ruskin e dove incontra Dante Gabriel Rossetti, Edward Burne-Jones, Ford Madox Brown e Philip Webb.

Nel 1859 sposa Jane Burden che era stata scoperta da Dante Gabriel Rossetti che colpito dalla sua bellezza le chiede di posare per alcuni dipinti, diventando nota come la modella preferita dai preraffaelliti, confraternita fondata da Morris con gli amici dell'università.

Della generale dottrina estetica, Morris abbracciò soprattutto il rifiuto dell'ingerenza industriale nella decorazione e nell'architettura, caldeggiando il ritorno dell'artigianato e del lavoro manuale per riconferire agli artigiani il rango di artisti. Secondo la sua filosofia, l'arte avrebbe dovuto essere accessibile a tutti, elaborata a mano e non avrebbero dovuto trovare classificazioni di merito. In altre parole, l'arte applicata avrebbe dovuto godere della stessa dignità di cui godevano pittura e scultura.

Nel 1861, Morris fonda l'azienda Morris, Marshall, Faulkner & Co. con Rossetti, Burne-Jones, Madox Brown e Webb. Per tutta la vita lavora ai progetti di questa azienda, che cambia nome con l'avvicendarsi dei soci.

Incoraggia la rinascita dell'artigianato nelle sue forme più tradizionali come la pittura su vetro e su carta da parati. I motivi da lui creati sono tuttora un marchio concesso, su licenza, alla Sanderson and Sons and Liberty di Londra.

Contrario della produzione in serie e della rivoluzione industriale, Morris promuove l'utilizzo di particolari tecniche, sperimentate personalmente. Per le sue stoffe usa tinte naturali e procedimenti scoperti in un libro del XVI secolo.

Tra le sue più belle carte da parati, spicca Margherite, realizzata nel 1864 e tratta principalmente da motivi rinvenuti in erbari medievali. Unì così l'amore per il passato e l'amore per la natura, entrambi in netta contrapposizione con la rivoluzione industriale.