Prodotti

Designer

Argomenti affini:

link esterni:

www.danesemilano.com

Danese

produttore di arredo (1957)

Danese è un nome storico del design italiano. Fondata nel 1957 da Bruno Danese, progettista e imprenditore con sua moglie Jacqueline Vodoz.

L'obiettivo è creare prodotti innovativi per rispondere ai bisogni di una società e di un contesto in evoluzione, interpretazioni attuali e senza tempo degli oggetti di uso quotidiano.

L’attività di Danese inizia come un laboratorio artigianale per la realizzazione e la vendita di oggetti unici e pezzi d’artista ma il significativo incontro con Bruno Munari ed Enzo Mari, due maestri del design italiano, segna l'apertura alla produzione industriale.

Nasce una nuova collezione di oggetti non più pensati per un mercato elitario ma accessibile a molti.

Danese diventa un vero e proprio laboratorio sperimentale aperto per l’ideazione e la produzione di progetti che affrontano e rispondono ai molteplici temi relativi alla vita dell’uomo a casa e negli spazi del lavoro, nel gioco e nella lettura, nell’arte della comunicazione.

Danese sviluppa prodotti innovativi che interpretano nuove esigenze di abitare la casa e l’ufficio. Sin dall'inizio cura il packaging dei propri oggetti con l'intento di valorizzarne la cura e l'essenzialità dei prodotti.

Danese promuove uno stile di progettazione semplice e pulito. Punta su una produzione in serie di oggetti per la casa e per l’ufficio, intuendo il valore del buon design.

Bruno Danese ha promosso edizioni d’arte e giochi per bambini. Bruno Munari ed Enzo Mari hanno collaborato creando progetti che hanno scritto la storia del design.

Come imprenditore-progettista Bruno Danese ha costruito un’ideale di azienda dedicata al design, capace di offrire al mercato una combinazione tra arte, artigianato e produzione industriale. La  sua avventura è un riferimento e un esempio su scala internazionale.

Nel maggio del 1991 Danese decide di concludere la sua trentennale esperienza e cede l’attività alla multinazionale Strafor-Facom. Successivamente il marchio è stato acquisito da Carlotta De Bevilacqua.

Conclusa l’attività produttiva, Danese e Vodoz si dedicano a un altro progetto di grande respiro culturale, danno vita all'omonima fondazione con l’obiettivo di promuovere tutte le forme di creatività.

La fondazione non ha un programma di attività aperte al pubblico ma mette a disposizione di ricercatori e curatori lo straordinario archivio di design e arte raccolto nel corso degli anni.

Alcuni prodotti Danese:

16 animali, pzzle in legnodi Enzo Mari, 1957
16 pesci, puzzle in legno di Enzo Mari, 1957
Cubo, posacenere, Bruno Munari, 1957
Bilancia, 1959 - calendario da muro perpetuo, Enzo Mari, 1959